Menu Chiudi

Via libera al reddito di cittadinanza per gli extracomunitari che ne hanno diritto e che finora avevano visto la richiesta bloccata per mancanza di documentazione aggiuntiva.
Ai cittadini stranieri extra Ue era richiesta infatti non solo l’attestazione ISEE (come a europei e italiani), ma anche una certificazione spesso impossibile da reperire rilasciata dalla competente autorità dello Stato estero, tradotta in lingua italiana e legalizzata dall’autorità consolare italiana per attestare la situazione reddituale e patrimoniale all’estero nonché la composizione del nucleo familiare.

Condividi sui social!

Post simili